Cogenerazione, Italia all’avanguardia per l’efficienza energetica

16/10/2014

PARTITO IL NUOVO PROGETTO CODE2 PER SVILUPPARE LA PRODUZIONE SIMULTANEA DI CALORE ED ELETTRICITÀ NELL’UE

Un modello unico di efficienza energetica per i Paesi comunitari. È questa la strada intrapresa dall’Unione europea per la cogenerazione: tecnologia che permette di ottenere in maniera combinata e ad alta efficienza calore ed energia elettrica. Un cammino reso possibile dal nuovo progetto europeo Code2, sviluppato per valorizzarne il potenziale.

A caratterizzare il quadro del Paese, l’enorme potenziale ancora da sviluppare. «In Italia», spiega Alberto Pieri, segretario della Fast, «gli impianti di cogenerazione si aggirano sui 10 mila MW, mentre il vero potenziale risulta circa il doppio. Per ora, infatti, grazie a questa tecnologia risparmiamo circa 4 milioni di tonnellate di combustibile. Quindi, se viaggiassimo a pieno regime, si potrebbe pensare di eliminare 7 milioni tonnellate di greggio. Per questo motivo è necessario fare un’analisi, sia sul piano europeo che su quello italiano, della situazione normativa e di mercato della cogenerazione. Anche perché in Europa, per quello che riguarda l’energia elettrica e la termica, esistono problematicità comuni che richiedono una presa di coscienza da parte delle autorità nazionali e comunitarie».

A breve, l’Europa adotterà la nuova direttiva sull’efficienza energetica che include anche la cogenerazione e un nuovo quadro giuridico per regolamentarne la gestione. «I singoli Stati», conclude Pieri, «stanno ottenendo risultati molto diversi sulla cogenerazione. E la mancanza di norme univoche rende più difficile monitorare lo stato generale e comparare i dati nazionali. Se l’Europa vuole più cogenerazione è necessario darsi un modello unico di business che tenga conto della domanda di calore e di elettricità. E di come i due ambiti interagiscano tra di loro nell’ottica di creare un modello economico globale».

Vivace, la situazione imprenditoriale nostrana. Con strategie di espansione e investimenti per assicurarsi fette di mercato e obiettivi di crescita. Tra le ultime operazioni, l’acquisizione del gruppo di Tortona Heat and Power, specializzato nella produzione di energia ad alta efficienza tramite cogenerazione, di un’altra grossa azienda operante nel medesimo ambito, la lombarda Genergia. Diventando, in questo modo, il leader italiano della gestione in remoto degli impianti industriali e del terziario, settori che stanno aprendosi sempre di più a questo tipo di tecnologia. «La richiesta di cogenerazione», spiega Andrea Tomaselli, amministratore unico di Heat and Power, «sta diventando sempre più forte. A muovere la domanda non è solo il risparmio, ma anche la garanzia di lavorare ad alta efficienza. Un obiettivo ormai prioritario per qualsiasi tipo di impresa».

Scopri Anche

Richiedi Informazioni

Richiedi un preventivo senza impegno o la visita di un nostro operatore. Contattaci Ora!

Iscriviti alla Newsletter

Ren Factory è distributore autorizzato Fedon Technologies